Il progetto nasce da una consapevolezza fondamentale: 


"la scuola coincide col periodo di vita più importante nella evoluzione e crescita degli esseri umani e quindi va ad influire profondamente sul grado di sviluppo e civiltà della nostra società." 



Da questo ne consegue che il modo in cui gli studenti vivono questo periodo è determinante nel loro sviluppo come persone e come membri della società.


Per questi motivi il ruolo degli insegnanti è fondamentale per accompagnarli in questo processo e come tale va riconosciuto e valorizzato.


A questa consapevolezza si accompagna la seguente convinzione:

Quando gli insegnanti dispongono degli strumenti adeguati per svolgere il loro lavoro ed ottengono

gratificazione dalla loro attività riescono ad offrire il massimo ai loro studenti i quali,

assieme agli insegnanti stessi, ne raccolgono i benefici e la società si arricchisce così di persone migliori.


Così dovrebbe essere, ma invece nella nostra società questo non avviene. Da troppi anni le istituzioni hanno lasciato indietro il settore della scuola e dell'istruzione in genere, lo hanno penalizzato sottraendogli progressivamente sempre più risorse. Gli insegnanti sono stati "oberati" di compiti e responsabilità che non appartengono al loro ruolo quando invece dovrebbero essere messi nella condizione di focalizzarsi al massimo sull'accompagnare gli studenti nell'apprendimento e sviluppo di conoscenze, abilità e consapevolezze

In questo modo sono stati sottratti tempo e preziose energie a quella che è la funzione più importante, generando un contesto in cui gli insegnanti sono spesso costretti a sperimentare la frustrazione e gli studenti non ricevono il supporto che gli serve per poter evolvere e scoprire il proprio potenziale e come utilizzarlo.

COSA FARE ALLORA?

Da qui è nata l'idea di sviluppare il progetto.