Conoscere e modificare le strategie mentali per aumentare la tua efficacia e quella degli altri


Vuoi ottenere risultati decisamente diversi da quelli attuali o generare un qualunque tipo di cambiamento? Cambia la strategia.

Qualunque risultato è il prodotto di azioni specifiche, in un determinato contesto, in un determinato tempo.

Risultato = Azioni  x  Tempo  x  Contesto


Azioni: non solo è necessario sapere quali sono le azioni giuste da fare, ma è molto importante la sequenza. E' proprio il caso in cui cambiando l'ordine dei fattori il prodotto cambia, e come!

Tempo: è importante considerare bene sia "quando" sia "per quanto tempo" fare ciò che vogliamo fare.  

Contesto: quello che funziona in un certe condizioni non necessariamente funziona ovunque. Per qualcuno per esempio elaborare progetti stando all'aria aperta può risultare efficace, per qualcun altro crea distrazione. Per un qualunque programma bisogna considerare le regole, leggi, condizioni di mercato, cultura, ... sono tutti elementi che possono contribuire al successo di una idea oppure no.


 

Funzionano allo stesso modo i nostri processi mentali?


Quando prestiamo attenzione a qualcosa, quando ci relazioniamo con qualcuno, quando raccogliamo informazioni dall'esterno o dall'interno (ad es. pensieri, ricordi) la nostra parte cosciente si focalizza sulla informazione finale, cioè l'evento o il concetto, cancellando il fatto che questi sono solo la parte finale di un processo e il risultato di sequenze specifiche che a loro volta sono inserite in una struttura.

Sebbene la nostra parte cosciente possa ignorare la maggior parte delle informazioni contenute nella struttura, la nostra parte "inconscia" (molto più attenta) le raccoglie tutte e in qualche modo le elabora, utilizzando a sua volta un'altra serie precisa di sequenze inserite anch'esse in una struttura specifica.

La seguente frase (che ho trovato su internet ed i cui crediti vanno all'autore che non era menzionato) ne è un esempio: se la leggete dall'alto verso il basso ricevete un messaggio e vi genera certe sensazioni, leggendola dal basso verso l'alto ricevette il messaggio opposto e vi genera sensazioni differenti:

Non ti amo più

e mentirei se dicessi che

ancora ti voglio

sento nel profondo che

tu non significhi niente

e mai più userò la frase

io ti amo.


Lo stesso succede con i nostri pensieri, a seconda dell'ordine in cui li disponiamo (la sequenza) e come li rappresentiamo determiniamo il significato che diamo a ciò che ci circonda.

Ad esempio: "Sto ottenendo dei buoni risultati ma continua ad essere difficile" è diverso da "Continua ad essere difficile ma sto ottenendo dei buoni risultati".

Quale dei due è il processo che senti utilizzare più di frequente alle persone?

E tu? Quale forma usi?


Le implicazioni di tutto ciò sono fondamentali! Da questo dipendono:

  • i nostri stati mentali ed emotivi;
  • il significato che diamo agli eventi;
  • le risposte che scegliamo o "siamo costretti" a dare alle situazioni ("Non avevo scelta...!");
  • la nostra abilità a farci comprendere e di convincere gli altri;
  • la nostra stessa capacità di comprendere e trovare soluzioni.


In poche parole: tutta la nostra rappresentazione della realtà ne è influenzata.


La "struttura" è determinante.

"Cambiando la struttura cambiamo i nostri pensieri, i nostri stati d'animo, la nostra realtà!"


La struttura determina le regole attraverso le quali le informazioni verranno processate e le sequenze sono gli specifici processi a cui vengono sottoposte.  


Frasi come: "Voglio risolvere quella situazione" - "Devo risolvere quella situazione" - "Sento che è arrivato il momento risolvere quella situazione" - "E' chiaro: quella situazione va risolta" - "Mi hanno detto di risolvere quella situazione" - ecc., pur sembrando simili e presentandoci lo stesso contesto (c'è una situazione da risolvere) ci comunicano che ognuna deriva da un processo mentale totalmente diverso dagli altri (e puoi già riconoscere i singoli processi se hai gli strumenti) e vanno gestite in maniera differente.

Non esistono strategie migliori o peggiori di altre in assoluto, esistono strategie che sono più funzionali in un contesto e meno in un altro.


Ciò che a volte limita le persone è che tendono ad utilizzare in tutte le situazioni una stessa strategia che in passato ha funzionato. 


Le persone che non hanno accesso a strategie mentali alternative hanno una modalità rigida e limitata per processare le informazioni e quindi, trovandosi con poche opzioni, ripeterà pressoché lo stesso processo e allo stesso modo le sequenze saranno pressapoco le stesse. Risultati? Date voi la vostra risposta. Tutti conosciamo almeno una persona di cui diremmo che dovrebbe allargare le sue vedute o il suo modo di pensare (e noi, per quanto ci abbiamo provato, non siamo riusciti a fargli cambiare idea, vero?).


A questo punto è utile porsi due domande:

1) Di quali strumenti e conoscenze ho bisogno per aiutare qualcuno ad uscire dal suo schema abituale ed esplorare nuove opzioni?

2) Come posso massimizzare le mie strategie personali e utilizzare pienamente il mio potenziale?


La disciplina che oltre 40 fa ha riconosciuto ed iniziato a studiare questi processi si chiama
Programmazione Neuro Linguistica (PNL). 

Da quel momento non ha mai smesso di evolversi e rendere disponibili a tutti queste conoscenze, permettendo a centinaia di migliaia di persone di migliorare sensibilimente la qualità della propria vita.


IN CHE MODO MI E' UTILE?

Principalmente in due modi: su te stesso e nelle relazioni con gli altri. 

Su te stesso:

Ti permette di riconoscere i processi mentali che stai utilizzando e quindi riconoscere quelli che ti limitano e cambiarli con altri più funzionali.

Impari a gestire i tuoi stati emotivi e passare meno tempo con gli stati "negativi" e più tempo con quelli "positivi" (tecnicamente li chiamiamo stati "funzionali" o non funzionali).

Ti permette di liberarti delle tue convinzioni limitanti.

Sviluppi una maggiore acutezza sensoriale.

Scopri un numero enorme di possibilità che prima non vedevi.

Sei più indipendente.

Con gli altri:

Riconoscendo i processi che l'altra persona sta utilizzando riesci a strutturare il tuo messaggio in modo che venga capito meglio.
La tua comunicazione diventa molto più attraente, chiara e convincente.

Riesci a leggere oltre le parole e cogli i messaggi che l'interlocutore invia in maniera incosciente.
Sviluppi una migliore abilità nell'ascolto attivo.

Sei in grado di comunicare utilizzando una linguistica di precisione.

Accresci la tua rete di supporto.

Crei le condizioni per generare il cambiamento.


Se vuoi sapere come fare per apprendere la PNL originale (quella del suo creatore Dr. Richard Bandler) partecipando ad un programma di certificazione Practitioner di PNL (la qualità della nostra formazione viene certificata direttamente dal suo padre e co-creatore Dr. Bandler e la Society of NLP™) clicca qui Click button smalljpg.
Se invece vuoi saperne di più sopra la PNL in generale clicca qui Click button smalljpg.